ITALOROSSO

SANGIOVESE – SYRAH
Toscana Indicazione Geografica Tipica

Dalla vinificazione separata di uve Syrah e Sangiovese, vitigno principe della tradizione toscana, nasce Italorosso. Il corpo rotondo e le note speziate del Syrah combinate sapientemente al volume e alle armonie di frutti rossi, tipici del Sangiovese, creano un vino dalla struttura chiara ed elegante capace di incantare i sensi con la sua vellutata morbidezza.

Italorosso 2016 ha ottenuto 87 punti da Luca Maroni sull’Annuario dei Migliori Vini Italiani 2020

Uvaggio
Sangiovese e Syrah

Gradazione
13% vol.

Sistema di allevamento
Guyot – Cordone speronato

Raccolta e vinificazione
Le uve, vendemmiate nella terza decade di settembre, sono raccolte a mano mantenendo le varietà separate. Subiscono diraspatura e pressatura soffice per preservarne integrità e aromaticità, prima di essere vinificate separatamente. Al termine della fermentazione malolattica vanno incontro a un periodo di affinamento in tini di cemento tipici della tradizione toscana.

Produzione
2.500 bottiglie da 0,75 L

Note organolettiche
Di colore rosso rubino intenso, Italorosso presenta note di frutti di bosco, ribes e ciliegia accompagnati da sentori di pepe nero. Al palato risulta morbido, armonico e con tannini vellutati. Finale persistente e pulito.

Accostamenti gastronomici
Si accompagna molto bene con primi piatti a base di carne o di verdure, carne alla brace, formaggi. Esaltante con la pappa al pomodoro. Degustare a una temperatura di 18-22 °C stappando la bottiglia alcuni minuti prima.

scopri l’altro vino

ITALOBIANCO

TREBBIANO – VIOGNIER
Toscana Indicazione Geografica Tipica

Dalla particolare combinazione di uve Trebbiano e Viognier vinificate singolarmente prende vita Italobianco. L’aromaticità del Viognier si fonde splendidamente con la freschezza e l’acidità del Trebbiano caratterizzando il vino con intensi profumi floreali e un gusto sapido e ben strutturato. Nel bicchiere un blend affascinante, tutto da scoprire nei suoi inebrianti profumi sensuali e nella sua armonica fragranza.

Italobianco 2016 ha ottenuto 88 punti da Luca Maroni sull’Annuario dei Migliori Vini Italiani 2020

Uvaggio
Trebbiano e Viognier

Gradazione
13% vol.

Sistema di allevamento
Guyot

Raccolta e vinificazione
Le due varietà vengono raccolte separatamente a mano ed in momenti diversi del mese di settembre. Le uve una volta diraspate vengono immediatamente raffreddate con ghiaccio secco e pressate sofficemente. Dopo alcune ore a contatto con le bucce il mosto fiore ottenuto dal Viognier viene trasferito in barriques di rovere francese per svolgere la fermentazione alcolica e il successivo affinamento sulle proprie fecce. Il mosto fiore del Trebbiano invece svolge la sua fermentazione in serbatoi di acciaio inox controllandone la temperatura. Una selezione delle migliori uve di trebbiano viene fatta appassire per alcuni mesi dopodiché viene pigiata e messa a fermentare in fusti di rovere francese. Dopo circa sei mesi di elevazione le due varietà vengono riunite e, in seguito a leggera filtrazione, imbottigliate.

Produzione
1.500 bottiglie da 0,75 L

Note organolettiche
Italobianco presenta un colore giallo paglierino brillante con riflessi verdognoli. Al naso spicca la freschezza con le delicate note floreali del Trebbiano accompagnate dagli aromi fruttati di albicocca matura del Viognier. L’affinamento in legno conferisce piacevoli note di mandorla dolce e vaniglia. Al palato si ritrova la freschezza e la fragranza del Trebbiano accompagnate dalla morbidezza del Viognier: l’insieme risulta ben bilanciato e persistente.

Accostamenti gastronomici
Accompagnamento ideale di piatti a base di molluschi e crostacei, ottimo anche come aperitivo. Perfetto con la panzanella. Degustare a una temperatura di 8-12 °C.

Villa Corliano

Via di Corliano, 4 _ 50055 Lastra a Signa (Firenze) Italy
Tel +39 055 8734542 Fax +39 055 8734544
info@villacorliano.com

Orario di apertura degli uffici lun-ven: 08.30-12.30 / 15.00-19.00

Facebook Instagram YouTube
Privacy Policy